Diminuisci Aumenta Email Stampa

COSENZA: UN EVENTO STORICO CON SINDACI ELETTI

COSENZA: UN EVENTO STORICO CON SINDACI ELETTI

Un grande e importante storico evento alla Provincia di Cosenza
Si è svolta una importante riunione presso il salone degli Specchi della Provincia di Cosenza,un incontro del Prefetto Capo di Cosenza Vittoria Ciaramella, e del Presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, con tutti i sindaci della provincia di Cosenza, eletti nelle recenti votazioni del 9 giugno 2024.
È importante precisare, che questo è stato l'unico caso in Calabria e in Italia, in cui il Prefetto capo ed il Presidente della Provincia, hanno incontrato i sindaci eletti e rieletti.
E’ stata una buona, anzi Ottima idea, voluta dal Prefetto capo di Cosenza l'attiva Vittoria Ciaramella, persona vittoria di nome e di fatto, che non cessa mai di stupire in positivo, con le sue brillanti idee ed iniziative di grande successo, e risonanza locale e nazionale, molto apprezzate dai cittadini, che sono gli utenti del Servizio Pubblico della prefettura, il cui prefetto attuale, gestisce con molta professionalità e abilità il servizio pubblico necessario indispensabile.
                                 Chi è Vittoria Ciaramella
È giusto rilevare che l'attuale Prefetto di Cosenza Vittoria Ciaramella è stata promossa sul campo dalla popolazione, che nella storia della prefettura di Cosenza è diventata già, a giudizio dei cittadini il migliore Prefetto nella storia della prefettura di Cosenza, con la realizzazione di importanti eventi di grande successo.
Prefetti in Italia ce ne sono molti, ma di Vittoria Ciaramella vi è soltanto un solo mito vivente, la grande Vittoria, persona bella e simpatica, con un grande carisma personale e professionale: Dopo Cosenza merita di diventare Ministro degli Interni questo lo chiede la popolazione della Calabria .
I successi già conseguiti dal Prefetto Ciaramella sono numerosi, un elenco lungo, è opportuno ricordare di recente, l'incontro col Presidente della Repubblica a Castrovillari, il conferimento delle onorificenze del Presidente della Repubblica alle eccellenze, che si sono affermati in Calabria, rimanendo a lavorare in Calabria, anziché prendere la strada della emigrazione, i rapporti fattivi con le scuole,la prevenzione per l'ordine pubblico e lotta contro droga, ecc…
Un altro merito da valorizzare in favore del Prefetto Ciaramella, che al contrario di quella che ha fatto un'associazione culturale, che circa 10 mesi fa, ha premiato l'eccellenze di Calabria ( in video conferenza) che si sono affermate all'estero, e rimanendo a lavorare all'estero, Vittoria Ciaramella al contrario Ha ribaltato la situazione, ha premiato invece l'eccellenze di Calabria, che sono rimasti in Calabria a lavorare, e diventare vincenti nella propria regione, mettendo a disposizione dei cittadini calabresi la loro azienda e professionalità.
Grazie di cuore carissima Vittoria ( Un nome,una garanzia, Vittoria di nome e di fatto) la Calabria ed i calabresi ti ricorderanno per sempre, sei entrata nel cuore dei calabresi, e dei cittadini di Cosenza e provincia, e vi rimani per tutta la vita, Sei diventata come una bella icona della nuova Calabria.
Come dire Vittoria si nasce, ma Prefetto si diventa, Campione si diventa nella realtà.
Grazie di cuore, come dice quella famosa canzone del cantante Ramazzotti : Grazie di esistere.
Noi siamo vicini a te col cuore, col pensiero, e anche fisicamente 24 ore non stop, chiamaci senza guardare il calendario o l'orario, e saremo sempre presenti a tuo aiuto, collaborazione e sostegno.
Nello scenario d'epoca del salone degli specchi , dopo la relazione introduttiva svolta dal Prefetto Ciaramella,  ha parlato il Presidente della Provincia Succurro, che è anche contemporaneamente sindaco del grande comune della Sila San Giovanni in Fiore, ed infine il sindaco di Cosenza Franz Caruso ( Vedi foto e video allegati in basso).
                                SINDACI IN SILENZIO
Da riferire una curiosità, simpatica, dopo il suo intervento,il Prefetto Ciaramella,  abile oratrice, lei aveva invitato i sindaci a prendere la parola, però nessuno ha chiesto di parlare, a questo punto il Prefetto Ciaramella, Sbalordita, ha detto testualmente <<se voi siete Timidi , e non volete parlare,è meglio che andiamo a fare una bella foto di gruppo>>.
Se nessuno dei presenti voleva parlare, nemmeno delle Autorità, forse era meglio che il Prefetto Ciaramella avesse avuto la brillante idea di fare parlare l'avvocato Ugo Morelli, già consigliere storico della Provincia di Cosenza, dal curriculum professionale eccellente tutto certificato ( Vedi in parte, anche su Google, però è pubblicato soltanto circa il 50%  non è tutto) , la disponibilità dell'avvocato Morelli  a parlare, vale per la prossima occasione, da ricordare che è meglio parlare che stare in religioso silenzio.
A questo importante storico evento ha partecipato anche l'avvocato Ugo Morelli, già consigliere della Provincia di Cosenza e presidente di numerose commissioni della provincia, ( dal curriculum professionale eccellente, che mette paura agli incapaci e ai miracolati), com'è noto Ugo Morelli conserva tuttora un primato indelebile immortale è stato il primo e l'ultimo dei consiglieri eletto dai cittadini, con votazione diretta nel collegio di Cosenza città, difatti dopo Morelli non vi è riuscito più nessuno, e mai nessuno vi potrà riuscire, perché è stato rapinato il diritto di voto dei cittadini per l'elezione diretta dei consiglieri provinciali, che come è noto si votano tra di loro, in modo palesemente antidemocratico,e mai nessuno vi potrà riuscire, perché è stata abolita l'elezione diretta da parte dei cittadini dei consiglieri provinciali, per merito della brutta e terribile legge Renzi-DelRio,  che dovrà essere subito abrogata, così avevano promesso Meloni e Salvini.
                    Onorevole Salvatore Magarò
Molto apprezzata è stata la presenza dell'onorevole Salvatore Magarò, rieletto sindaco del comune Castiglione Cosentino, alle porte di Cosenza, con un passato politico eccellente, essendo già stato consigliere della Regione Calabria, e nientemeno che Presidente psi della Provincia di Cosenza.
                                 Presenti due Presidenti della Provincia
Questa mattina vi è stata una circostanza meravigliosa nella Provincia di Cosenza, più unica che rara, in contemporanea erano presenti due Presidenti della provincia, cioè quello in carica, la simpatica e giovane bella Rosanna Succurro, e l'ex Presidente della Provincia Salvatore Magarò, come dire vi erano due papi uno quello in carica e l'altro Salvatore Magarò, quello virtuale, il cui suo cuore,anima e fantasma, sono rimasti alla provincia di Cosenza, insieme a quello dell'avvocato Morelli, di cui sono stati questi due, per molti anni colleghi alla provincia.
Allo importante evento ha partecipato pure lo staff del Prefetto di Cosenza, tra gli altri, la segretaria del Prefetto Lorena Mazzotta, il capo di gabinetto Giuseppe Di Martino, capo ufficio stampa e relazioni esterne Antonella Vecchio; ed il vice Prefetto, nonché commissario prefettizio al comune di Rende, Rosa Correale.
Da riferire infine che sono state apprezzate, tra gli altri , con simpatia la presenza del sindaco di Mendicino, Irma Bucarelli; sindaco Malvito,  Francesca D'Ambra; sindaco Lattarico,  Antonella Blandi;  sindaco di Acquappesa, Francesco Tripicchio; sindaco di Amendolara, Maria Rita Acciardi; sindaco di Montalto Uffugo, Biagio Faracalli ( unico comune della provincia di Cosenza dove si sono svolti i ballottaggi domenica 23 giugno).
Il Presidente della provincia è stata assistita, con merito e attivismo, dal capo ufficio stampa e relazioni esterne Rita Benigno.
In conclusione si può dire che gli assenti hanno sempre torto, mentre i presenti hanno avuto l'onore di potere dire ai parenti e agli amici, quel giorno a questo evento importante e storico c'ero anche io…. Onore e Gloria al nuovo Prefetto capo di Cosenza Vittoria Ciaramella, e al nuovo Presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro.
Grazie per questa giornata meravigliosa, che avete dato ai Sindaci eletti e ai calabresi, avanti con il presente….

 

redazione corrieredicalabria

Foto

Video