Diminuisci Aumenta Email Stampa

CERISANO (CS): IN MILLE ALLA FESTA DELLA MONTAGNA

CERISANO (CS): IN MILLE ALLA FESTA DELLA MONTAGNA

GRANDE SUCCESSO DELLA FESTA DELLA MONTAGNA

IN MILLE PER GODERE FRESCURA, MANGIARE E NATURA

CERISANO, UN VALIDO ESEMPIO DA IMITARE

CERISANO (CS): Domenica scorsa si è svolta la Festa della Montagna,ed.XI, nella bella zona del demanio comunale, sita a circa 1'400 slm, alle falde dell’ex vulcano Monte Cocuzzo, con panorama sulla vallata di Cosenza, ed avendo di fronte le montagne della grande Sila.

Una area attrezzata di tutto per le famiglie,a cui si accede dalla strada prov.le, con diramazione interna di tornanti in salita, che portano ad un laghetto in un bosco interessante.

Un posto fantastico, incantevole,da godere in serenità e allegria con persone care.

La manifestazione ambientalistica ha avuto un grande successo e vasta partecipazione, persone circa 1'000. Hanno partecipato intere famiglie, anche con bambini.

Tutto ha funzionato bene. La sicurezza è stata gestita con merito dall’Associazione degli ex-Carabinieri, coordinati dal Brig. Francesco Acerra, e dalla Protezione civile-gruppo Giacche verdi.

Questo evento annuale fu ideato dal defunto Prof.Longo, molti anni fa.

Il Comune di Cerisano ha offerto ai partecipanti delle specialità di gastronomia locale,carne,salsicce e porchetta, patate fritte, pomodori,melone ,vino rosso ecc.

Eventi collaterali privati sono stati esibizione di cavalli, moto cross, e fuoristrada, di cui uno si è capovolto, senza feriti e senza incendiarsi.

A coordinare la cucina campestre ci ha pensato bene Mario Mainieri, un amico della Montagna,

Tutto gratis, e si è mangiato a sazietà, bevendo l’acqua fresca e salubre delle sorgenti del posto.

Da notare che, mentre in Italia spesso vengono organizzate Feste e Sagre a pagamento, una specie di raggiro, per lucrare soldi, dove per un solo e piccolo panino, o per un piccolo assaggio di calamari, vengono chiesti perfino € 5...ecc., in questa festa è stato tutto gratis, cioè Zero spese per i cittadini.

Dal Comune di Cerisano è partito un forte segnale di moralizzazione, un esempio da imitare.

Pensate, tutta la festa è costata al Comune solo € 1'000 circa, dove per la stessa festa altrove si sarebbe speso circa € 50'000, oltre le spese a carico dei partecipanti.

Questo significa che basta poco, quando si è amministratori onesti e umani, per rendere i cittadini felici, e si vuole spendere bene il denaro pubblico.

Allo storico evento è stato sempre presente il giovane Sindaco, Salvatore Mancina ,  con diversi assessori e consiglieri.

Ospite è stato l’Avv.Ugo Morelli, il quale ha portato il saluto della Ass.Amicizia Lazio-Calabria di Roma.

L’evento è iniziato alle ore 9,30 e proseguito sino alle 19,30 .

Diversi sono stati gli eventi ricreativi, gioco delle Pignate,Cavalli, Asini,Mostre e Premi.

Vincitrice del sorteggio del regalo/lotteria, con il numero 53, è stata Noemi Maddalone.

Vincitori sono : Premio Poesia, Giuseppina Fiorino; Liquore,fatto in casa, Domenico Greco, la cui giuria era comporta da Ugo Morelli, Michele Parise e Franco Chiappetta, decidendo alla unanimità; Dolce in casa, Antonella Aquino.

Targhe di merito sono state consegnate a : Ass.Croce Azzurra Ambulanze; Ass.Naz.Carabinieri; Ass.ASMI; Giacche verdi/protezione civile; alla memoria del fondatore Festa Montagna Prof.Longo,ritirata dal figlio.

Una nota canzone dice << la festa è appena incominciata è già finita….>. Noi,invece diciamo che la festa continua, poiché tramite questo giornale online, il ricordo dell’importante evento sarà permanente.

Questi eventi hanno fatto ritrovare tra di loro vecchie amicizie, lontane negli anni, e creato nuove amicizie. Sono giunte a Cerisano persone anche da fuori Regione, emigrate per lavoro, e da varie località della Calabria.

Alla fine una forte e salutare lezione di comportamento è scaturita dai partecipanti: Nessun danno ai boschi, tutto è stato lasciato pulito, senza deposito di rifiuti e senza incidenti.

Tutto è normale perché questa è la mitica e storica Cerisano, i cui abitanti sono da sempre un valido esempio di moralizzazione e di democrazia.

Ai presenti l'onore di dire < QUEL GIORNO ALLA FESTA DELLA MONTAGNA C'ERO ANCHE IO>.

Agli assenti la consolazione di leggere questo articolo, e vedere foto e video della festa.

Nulla succede solo per caso…..Questa è la vera Calabria da imitare e da esportare.

 

Foto