Diminuisci Aumenta Email Stampa

BRACCIANO ENTE PARCO: SFRATTO DI LORENZETTI ?

BRACCIANO ENTE PARCO: SFRATTO DI  LORENZETTI ?

Comunicato  stampa

AVV.UGO MORELLI CONTRO PRESIDENTE REGIONE LAZIO,ZINGARETTI

PER ANNULLAMENTO NOMINA DI LORENZETTI A PRESIDENTE ENTE PARCO NATURALE DI BRACCIANO E MARTIGNANO

IL PRESIDENTE PD REGIONE LAZIO ZINGARETTI ED IL SINDACO DI ROMA M5S ,VIRGINIA RAGGI : SONO LA STESSA COSA,FANNO LE STESSE COSE, COME QUELLI DEL PASSATO CATASTROFICO.

NELLA POLITICA CAMBIANO I MUSICANTI,MA LA MUSICA E’ SEMPRE LA STESSA.  

DOVE ERANO I CONSIGLIERI DEL M5S ? ANCHE SE C'ERANO,DORMIVANO ? ATTENZIONE NON DISTURBATE I MANOVRATORI. NO ALLA POLITICA DEI SCIOCCHI SERVITORI E DELLA SPARTIZIONE DELLE NOMINE-

- I GIUDICI HANNO IL DOVERE DI APPLICARE LA LEGGE ANCHE CONTRO I POTERI FORTI, E DI FARE RISPETTARE LA LEGGE A TUTTI.

Martedi 16 maggio 2017 si è svolta presso il TAR di Roma (Tribunale amministrativo regionale) la Causa, importante, che potrà avere effetti devastanti sul sistema delle nomine negli Enti pubblici, promossa dall’Avv.Ugo Morelli contro il Governatore della Regione Lazio, nonché Presidente Zingaretti, in passato recente già Presidente della Provincia di Roma.

Il Collegio giudicante della sezione 1 quater era così composto: Relatore è stato Giudice Fabio Mattei, Presidente Salvatore Mezzacapo, a latere Giudici Laura Marzano e Anna Bottiglieri.

Il Presidente della Regione è stato difeso dall’avv.ssa Elena Prezioso (Dipendente della Regione), mentre Morelli è stato difeso da se stesso, insieme al famoso Avv.Oreste Morcavallo di Cosenza, già Presidente avvocati di Cosenza per molti anni, e dirigente naz avvocati.

L’avv Ugo Morelli ha impugnato il decreto di nomina di Lorenzetti a Presidente dell’Ente parco di Bracciano e Martignano, in quanto tale nomina è avvenuta direttamente ad-personam, senza fare preventivamente un avviso pubblico, ovvero un bando pubblico con la selezione dei candidati e la comparazione dei curriculum, e senza una commissione giudicante.

L’avvocatura della Regione Lazio, costituitasi nella causa, nella memoria depositata ha chiesto il rigetto del ricorso, perché sostiene si tratti di una nomina politica,discrezionale e fiduciaria del Presidente della Regione, che quindi non è sindacabile dai Giudici, sotto l’aspetto di legittimità e di merito.

Altresì, secondo l’opinione dell’avvocatura della Regione, il ricorso di Morelli sarebbe anche  inammissibile, perché Morelli non aveva presentato Domanda per la candidatura alla nomina, e neppure ha presentato il curriculum.

Morelli risponde: “certamente che non ho presentato la domanda ed il curriculum, in quanto non c’è stato nessun bando/avviso, e nessuno mi ha chiesto di presentare la mia candidatura, nonostante il mio curriculum ottimo. Non vi stata partita,in quanto Zingaretti non ha fatto l’avviso pubblico>>.

Altresì l’avvocatura dice che nel ricorso di Morelli manca l’interesse ad agire,cioè la prova di resistenza, e anche nell’ipotesi che venisse accolto il ricorso di Morelli, quest’ultimo non sarebbe nominato presidente dell’ente parco, potrebbe al massimo conseguire l’annullamento della nomina di Lorenzetti e non incidere sulla posizione soggettiva di Morelli.

< La Costituzione e la legge vigente consentono a tutti i cittadini italiani, quindi a cinquantanove milioni di italiani di essere candidati ed aspirare alle nomine, quindi se non c’è l’avviso pubblico è chiaro che Morelli non poteva scendere in campo>>, ha detto Morelli.

 Da notare che nientemeno a sostenere Morelli è arrivato il famoso avvocato Oreste Morcavallo di Cosenza, Presidente degli avvocati di Cosenza per molti anni, dirigente nazionale dell’avvocatura italiana che porta molta stima,amicizie e affetto per Morelli, ed anche sotto l’aspetto sociale,legale e morale le apprezza le coraggiose  iniziative di Morelli.

Morcavallo è salito dalla Calabria, viaggiando per tutta la notte, arrivando da una distanza di circa 700 km, per difendere Morelli in questa clamorosa causa.

Oreste Morcavallo, appartiene ad una famiglia importante di giuristi, il fratello Ulpiano è  stato Presidente della sezione lavoro della Cassazione, il padre Achille è stato un grande professore e avvocato di contenzioso amministrativo.

Gli avvocati Morcavallo e Morelli hanno chiesto ai Giudici amministrativi l’immediato sfratto di Lorenzetti dall’Ente parco di Bracciano.

La Causa è stata trattenuta in decisione, a giorni l’ardua sentenza.

Foto