Diminuisci Aumenta Email Stampa

COSENZA: UN SUCCESSO LA FIERA DEL FUMETTO

COSENZA: UN SUCCESSO LA FIERA DEL FUMETTO

Cosenza Comics and Games 2017: un mix generazionale

Anche quest’anno la fiera del fumetto “Cosenza Comics and Games” ha esordito con il patrocinio del comune di Cosenza, collocandosi presso la Città dei Ragazzi dal 19 al 21 Maggio:una vera occasione per non perdere di vista la creatività, il gioco e la fantasia.

Federico Formica e Sante Mazzei-organizzatori dell’evento Cosenza Comics and Games si ergono al di sopra delle parti, anticipando qualche chicca dei tre giorni in fiera, mostrandosi alquanto soddisfatti di questa edizione, e come novità fanno riferimento alla presenza dei Ghostbusters, che prendono il nome dal film “Ghostbuster-Acchiappafantasmi” , diretto da Ivan Reitman nel 1984,con il seguito nel 1989, la cui trama ruota intorno alla figura di alcuni ricercatori, dediti allo studio dei fenomeni paranormali. Ad oggi si hanno 4 divisioni in 4 regioni d’ Italia, il cui scopo è portare allegria , svolgere attività culturali e di promozione sociale, per la conoscenza  dei “Ghostbusters”; inoltre all’interno della fiera ci sono altre attività ludiche, tra cui animazione e fumetti, tornei, spettacoli e tutto ciò che richiama al fantasy.

Molto sentito, per gli appassionati dei fumetti, è stato l’intervento di Igor Chimisso-character designer su varie produzioni nazionali, internazionali, e famoso per il suo layout d’animazione per Star Wars: un esempio per i giovani talentuosi nell’ambito del fumetto e dell’animazione in sé.

Il cineateatro della Città dei ragazzi ha ospitato, oltre ad Igor Chimisso, che in breve ha illustrato il suo modo di animare i fumetti, anche Adrian Fartade-youtuber e divulgatore scientifico, che ha iniziato il suo percorso nel settore del pensiero umano, storia delle idee e della scienza.

Ovviamente ci sono stati tanti gli ospiti speciali, che non solo nella giornata del 19 Maggio si sono avvicendati, ma anche per il sabato 20 e domenica 21 si avranno altre ospitate ed attrazioni artistiche, ed in compagnia della buona musica.

Un ritorno al passato, precisamente negli anni ’80, è il leitmotiv delle tre giornate fieristiche, il cui titolo è “Rewind”, quasi a voler riavvolgere i nastri del passato.

Gli amanti dei videogames,  fumetti, dell’animazione sono numerosi e realisticamente calati nell’atmosfera di fantasia e di ludicità, restituendoci una fotografia positiva dell’evento, ragione per cui ogni anno si partecipa in modo attivo e propositivo: tra i teenagers intervistati, infatti, vige il comune interesse per il mondo dell’espressione artistica e fumettistica.

La Fiera ha predisposto e allestito vari stand, alcuni dei quali sponsorizzano i loro prodotti artigianali e fatti a mano, come orecchini, collane e altro ancora, ed oltre alla linea di bijoux, si ha la possibilità di acquistare amuleti dei giochi di ruolo, che hanno un significato ed un nome.

Orgoglio Nerd, Nerd30 rispondono all’appello in questa edizione, da una parte Nerd30, un bacino di utenza nerd coordinato da Miriam Caruso- caporedattore di questa fantasmagorica realtà, dall’altra parte  la redazione “Orgoglio Nerd” rappresentata da Daniele “Il Rinoceronte” Daccò, Jacopo Peretti Cucchi e Alessandra “Furibonda” Zanetti.

Interessante anche lo stand dei disegnatori, sotto l’egida di Marco Serravalle-responsabile della rivista di  fumetti “The Mirror”che esordisce così: “ Tutti possono e devono disegnare, senza mai accantonare questa passione, e bisognerebbe fare di questa passione un mestiere”

Al fianco degli autori, vi sono anche gli editori, in particolare la casa editrice Npe, la redazione Orgoglio Nerd e tanti altri ospiti Nerd : nerd è colui che è emarginato e rimane fuori, ma è fiero di essere parte di questo universo, che va oltre le nuove tecnologie.

Musica e colori fanno da sfondo ad un’edizione giovane, partecipata e vissuta totalmente, specialmente da chi vive dei ricordi del cartoon, dell’animazione, e di tutto ciò che concerne il mondo a fumetti, colorato di anime e volti.

Matteo Spagnuolo