Diminuisci Aumenta Email Stampa

COSENZA-PAGANESE: strani ricordi....

COSENZA-PAGANESE: strani ricordi....

Non sono molte le occasioni in cui si è disputato il match tra Cosenza e Paganese, ma sono bastate per dar vita a gare particolarmente accese e combattute.Tra tutte la più celebre fu quella della stagione 1976/77, sospesa a 20 minuti dal termine sul risultato di 0-3 a favore dei campani, a causa delle intemperanze della tifoseria rossoblu, inviperita per le dubbie decisioni arbitrali. Gli incidenti, che proseguirono a lungo, e che costrinsero la terna arbitrale a scappare negli spogliatoi a seguito di un’invasione di campo, provocarono la squalifica dello stadio “S.Vito” per un anno e mezzo.

 

Bisogna aspettare il 1983 per registrare il primo successo del Cosenza: fu un netto 3-0, legittimato dalla rete finale di GigiMarulla.

Le due compagini si incontreranno sabato per il quarto anno consecutivo, nell’attuale categoria prima denominata Lega Pro e da poco ribattezzata serie C. Pareggio per 1-1 nel 2014/15, scaturito per mezzo delle reti di Calderini per i padroni di casa e di Caccavallo, uno degli ex di giornata, su calcio di rigore per gli azzurrostellati. Gara dal finale thrilling quella della stagione successiva, segnata dal penalty mandato alle stelle nel finale dal rossoblu Cavallaro, che mise fine di fatto ai sogni di gloria della squadra di mister Giorgio Roselli. Caos che regna sovrano in campo nella partita dello scorso Ottobre: prima la rete del vantaggio ospite siglata da Cicerelli, nei minuti seguenti si accendono gli animi e ne fa le spese il difensore ospite Alcibiade che viene mandato sotto la doccia dal direttore di gara. Sugli sviluppi dell’azione successiva Baclet riporta il risultato in parità, ma non è finita qui: una follia del vulcanico portiere Marruocco lascia la Paganese in 9 e sul filo di lana i silani raggiungono il gol vittoria con una staffilata di Mungo.

Il centrocampista emiliano è protagonista anche nella gara valida per il primo turno dei recenti playoff. Sua la doppietta che manda al tappeto la squadra di Grassadonia e spedisce i lupi al turno successivo contro il Matera. Sabato, con inizio alle ore 20:30, le due squadre si affronteranno per l’undicesima volta al “S.Vito Marulla“: nelle 10 precedenti occasioni regna l’equilibrio, con 4 pareggi e 3 vittorie per parte.

 

DESIGNAZIONE ARBITRALE Il fischietto designato a dirigere l’incontro è Nicola De Tullio di Bari, che peraltro fu il quarto uomo della gara playoff dello scorso 14 Maggio tra Cosenza e Paganese.

Gli assistenti di linea saranno Giovanni Mittica e Dario Gregorio, anche loro della sezione di Bari.

GLI EX
– Matteo Calamai: Paganese 2014/15, 31 presenze 4 gol
– Giuseppe Caccavallo: Paganese dal 2014 al 2016, 43 presenze 18 gol
– Luca Palmiero: Paganese 2015/16, 14 presenze 2 gol
– Andrea Meroni: Cosenza 2016/17, 3 presenze 0 gol

 

Da www.cosenzapost.it- 30.8.2017 – Daniele Cianflone

da www.cosenzapost.it