Diminuisci Aumenta Email Stampa

ON.MARCO MINNITI ,CALABRESE DOC, MINISTRO INTERNI

ON.MARCO MINNITI ,CALABRESE DOC, MINISTRO INTERNI

Sondaggio: è Minniti il ministro più amato

29 settembre 2017, di Alberto Battaglia

Nonostante le critiche alla gestione dei flussi migratori provenienti dalla stampa internazionale, a livello interno è il ministro dell’Interno Marco Minniti l’uomo più apprezzato della squadra di governo. Lo rivela l’ultimo sondaggio Index Research pubblicato da Piazza Pulita (La 7).
Minniti gode del favore del 33% degli intervistati, seguito da Dario Franceschini (32%), ministro per i Beni Culturali, Andrea Orlando (29%), ministro della Giustizia e da Graziano Delrio (28%), Infrastrutture e Trasporti. Tra i meno amati compaiono il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, a pari merito con Angelino Alfano, ministro degli Affari Esteri e il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, tutti al 12%; in coda il ministro dello Sport Luca Lotti (10%) sul quale pesa l’indagine su Consip.

--------------------

RASSEGNA STAMPA: SUL FENOMENO MARCO MINNITI

Minniti Presidente del Consiglio?

L’attuale Ministro dell’Interno rappresenterebbe, secondo La Stampa, una figura gradita in maniera trasversale all’attuale mondo politico italiano. All’orizzonte esiste la prospettiva, anticipata da Massimo D’Alema, che l’attuale sistema elettorale porti ad elezioni che, nel prossimo marzo potrebbe condurre ad elezioni senza un vero vincitore o una coalizione in grado di governare senza un “esecutivo” di larghe intese.

Minniti piace al centro-destra

Il politico reggino, sempre secondo il quotidiano torinese, godrebbe di diversi estimatori in Forza Italia ed anche nella Lega.  In quest’ultimo partito si approva la linea adottata attualmente dal Ministero su immigrati e sicurezza. Occorrerà, tuttavia, aspettare il 4 o l’11 marzo del 2018 per conoscere i risultati e poi capire quali saranno le scelte del presidente della Repubblica Mattarella in merito all’incarico di formare il nuovo Governo, nel caso in cui dovesse occorrere nuovamente un “esecutivo” bipartizan o quasi. Gentiloni o Minniti (Che potrebbe avere dalla sua il sostegno di Salvini) potrebbero essere i “paradacute” per l’Italia.

http://www.strill.it/citta/reggio/2017/10/un-reggino-presidente-del-consiglio-minniti-puo-nome-del-2018/

 

http://www.wallstreetitalia.com

Foto