Diminuisci Aumenta Email Stampa

ENRICO BUEMI CONTRO DI MAIO: UN CANDIDATO SCOMODO

ENRICO BUEMI CONTRO DI MAIO: UN CANDIDATO SCOMODO

M5S: BUEMI (INSIEME), UNA NON NOTIZIA PER COPRIRE UNA NOTIZIA VERA

ROMA, 23 feb. -"La notizia di un'indagine a carico del Presidente del Potenza calcio per riciclaggio fa smarrire completamente al cosiddetto candidato premier Luigi Di Maio qualsiasi nozione di diritto costituzionale", così in una nota il senatore Enrico Buemi, candidato nel collegio uninominale senatoriale di Moncalieri-Pinerolo con la coalizione di centro-sinistra. "Capisco che di fronte alla vera notizia del candidato indagato per riciclaggio se ne debba creare una finta, in cui il candidato premier si reca con qualche settimana di anticipo dal presidente Mattarella, il quale giustamente non ha trovato il tempo di riceverlo perché occupato in altri impegni più seri e l'ha fatto ricevere dal suo segretario generale", ha continuato Buemi. "La notizia vera, invece, è ancora un'altra, cioè che il movimento di cui Di Maio è il capo dice: 'se confermate le accuse non faremo sconti', quindi linea garantista", ha commentato Buemi. "Il problema, però, è sapere quando la ghigliottina, che loro hanno ripetutamente rivendicato dovesse essere applicata agli altri, scatterà: con rinvio a giudizio, condanna in primo grado o sentenza passata in giudicato?", ha aggiunto il senatore socialista. "Noi siamo sempre stati garantisti e rimaniamo tali, però ci fa un po' specie che il rigore annunciato in tutte le vicende degli anni scorsi riguardanti esponenti politici indagati e le gazzarre organizzate all'interno di Senato e Camera, con Di Maio protagonista, oggi si siano trasformate in un atteggiamento, da noi ritenuto giustamente garantista, in attesa di verifica sulle responsabilità del Presidente del Potenza calcio", ha proseguito Buemi, che conclude: "Ancora una volta ci troviamo di fronte a un metro e due misure a seconda se la misura riguardi gli avversari oppure gli amici".

 

Foto