Diminuisci Aumenta Email Stampa

COSENZA: PIAZZALE STAZIONE PULLMAN ,LUOGO DI PAURA

COSENZA: PIAZZALE STAZIONE PULLMAN ,LUOGO DI PAURA

Cosenza,p.le Stazione autolinee, è nel centro della città, adiacente alla bella isola pedonale di corso Mazzini, ed alla nuova piazza Bilotti (ex piazza Fera) ,luogo in cui si ritrovano folle di persone,in una zona della città piena di uffici,scuole e studi professionali,negozi di vario genere,su cui affacciano molte abitazioni in enormi condomini affollati.

Una zona dove negli anni 1960-70 è stata realizzata una colata di cemento selvaggio, non esistono spazi di verde pubblico, esiste invece inquinamento atmosferico e rumore dei veicoli, sporcizia e degrado,scarsa illuminazione pubblica ed abbandono di rifiuti sugli spazi pubblici.

Il piazzale della Stazione autolinee vive solo con gli arrivi e partenze dei pullman , dalle 5.30 di mattina e sino alle 23 circa.

Diverse sono state le attività commerciali cessate, altre che aprono e chiudono, perché in questa zona è difficile lavorare.

Nella parte di sotto, su via Consalvo Aragona, vi sono dei parcheggi comunali a pagamento, ove spesso bisogna pagare due volte, una al Comune con il ticket orario, e una duplicazione di pagamento ai parcheggiatori abusi, la cui zona sembra una loro proprietà privata.

Davanti la scuola Ist.tecnico per Turismo, circola voce, che vi sarebbe perfino spaccio di droga di giorno alla entrata e uscita degli studenti.

 

Qui in questa zona centrale della città,dopo le ore 20,zoo, vi è come un copri fuoco, chiudono tutti i bar, negozi, e cessano tutte le attività pubbliche. Unico locale pubblico che si può trovare ancora aperto sino a circa le ore 23, è solo la paninoteca degli egiziani, ed è un miracolo e una decisione coraggiosa.

In sostanza,in questa importante zona della città dopo le ore 20,30 , sono in molti a tremare dalla paura, per timore di scippi, spaccio di droga e estorsioni.

Ci hanno riferito, che perfino di giorno,il figlio di un noto avvocato di Cosenza, è stato scippato del telefono cellulare.

Di notte, nelle corsie della stazione è meglio non andare, per prevenire aggressioni e scippi.

In sostanza in questa zona hanno paura gli abitanti,i clienti dei negozi e gli utenti dei pullman.

Questo in precedenza, sennonché venerdi scorso 16 marzo dalle ore 21.30 la Guardia di Finanza di Cosenza, reparto antiterrorismo,istituito opportunamente da circa 2 anni, ha svolto un necessario posto di blocco e di controllo sui veicoli in transito sul piazzale Autolinee, sia perché nella zona adiacente era in corso la importante e affollata fiera di S.Giuseppe, che si sviluppa su viale G.Mancini per circa 3 km, e sia per dare tranquillità e sicurezza agli abitanti e commercianti della zona.

Questa iniziativa salutare e meritoria della Guardia di Finanza, deve essere imitata da subito dai Vigili Urbani,Polizia PS e Provinciale,tutti i giorni, in quanto i cittadini hanno il diritto di vivere liberamente e in serenità.

Il Comune e società,che gestisce la stazione dei pullman, devono subito istituire un sistema necessario di videosorveglianza permanente, provvedendo subito a realizzare i lavori manutenzione ordinaria e straordinaria delle pensiline pericolanti in cemento, e degli edifici, sala attesa e servizi igienici.

La stazione dei pullman di Cosenza deve passare da luogo di paura a luogo di felicità e di legalità.

Vale sempre la massima giuridica < non impedire un evento, che si ha l’obbligo di impedire, equivale a cagionarlo > art.40 codice penale.

 

 

Foto