Diminuisci Aumenta Email Stampa

CONVEGNO M5S A MENDICINO CS: COSA E' ACCADUTO

CONVEGNO M5S A MENDICINO CS:  COSA E' ACCADUTO

Si è svolto domenica 8.4.2018 ore 10,30 in una bella e piacevole giornata di sole, a Mendicino CS l’annunciato incontro tra i Parlamentari/Portavoce del m5s,eletti il 4.3.2018,nella circoscrizione di Cosenza e Provincia, con i cittadini della zona delle splendide SERRE COSENTINE. L’incontro si è posizionato su una simpatica piazza, costruita su un parcheggio sopraelevato,nel centro storico,accanto al nuovo teatro comunale,con vista panoramica sulla vallata,ed in uno scenario da film calabrese.

Mendicino è un simpatico Comune di circa 15'000 abitanti alle porte di Cosenza,alle falde dell'ex vulcano Monte Cocuzzo, importante è il suo storico presepe, una montagna stupenda,con un paesaggio da godere, con il suo centro storico.

E' abitato per circa 70% da cittadini emigrati da Cosenza,che hanno voluto cambiare la qualità della vita, e godersi aria salubre e pulita in tranquillità.

Nel Comune il m5s non ha conquistato alcun seggio, il Sindaco è a capo di una lista civica,vicina al PD.

Per lo storico evento di Domenica scorsa, tutto è stato bene organizzato dal meetup-m5s di Mendicino,gazebo, platea con sedie, sicurezza.

A protezione della sicurezza delle Personalità arrivate e del numeroso pubblico, vi sono stati i Carabinieri di Mendicino, sempre attenti nella prevenzione e vigilanza. Tutto si è svolto bene,senza alcun problema.

Alla fine del dibattito, il m5s ha offerto un piacevole buffet alle ore 13 circa, finito con la torta a 5stelle (vedi foto), offerta da una moglie di attivista.

I lavori del convegno sono stati coordinati da Morena De Franco,attivista del meetup Mendicino.

I Parlamentari/Portavoce del m5s, preannunciati nell’invito, sono stati tutti presenti,ad eccezione del Sen.Nicola Morra,per improvvisi impegni trattenuto fuori sede.

Sono iniziati con gli interventi degli eletti al Parlamento: Francesco Forciniti; Alessandro Melicchio; Francesco Sapia; Massimo Misiti;Anna Laura Orrico;Elisa Scutellà.

Nel dibattito sono intervenuti,in ordine, Avv.Ugo Morelli (resp.Coord.meetup di Roma e Provincia,un passato nel vecchio defunto PSI , Consigliere alla Provincia di Cosenza,eletto nel collegio di Cosenza con circa 85% voti), il quale ha detto,tra l’altro, < la mia esclusione dalla lista degli aspiranti candidati al Parlamento per le primarie online m5s, è stato un fatto illegale, oltre che antidemocratico, che non perdono, e che ricorderò questo brutto evento per sempre. Ho subito un attentato politico dal fuoco amico. Avevo lavorato alla mia candidatura per circa 5 anni nei vari meetup m5s e nel sociale, oltre 1000 amici erano pronti per votarmi nelle votazioni online. Su facebook ho 5000 amici su profilo1 e 3000 amici su profilo2.. Basta con i nominati.Vogliamo votare con le preferenze. Nel sito m5s vi era scritto che avevo i requisiti per essere candidato, ho perfino votato il 17.1.2018, ma il mio nome non era nell’elenco aspiranti per la votazione online. Perché ? Un mistero….E’ assurdo che io sto lavorando,ogni giorno, da sempre e per sempre per il m5s, vi ero sin dal 2005, vaffa di Grillo, ed anche dal 2009 con la nascita del m5s, e sono stati aggredito politicamente dai padroni del mio stesso partito. Luigi Di Maio deve dire pubblicamente Chi ha alzato muri insuperabili contro la mia candidatura. Certamente la mia candidatura ha messo paura a taluni, poiché sarei stato un probabile vincitore, come è notorio. Il Caso Morelli non è affatto chiuso, anzi rimane aperto. Chiedo risarcimento dei danni economici,morali e politici, come per legge.  Incredibile,lavoro da sempre per il m5s, e purtroppo mi devo guardare dal mio stesso partito>.

IO C'ERO PRIMA DI VOI NEL M5S. UN METRO E DUE MISURE

Morelli,lancia una battuta scherzosa per i Parlamentari m5s presenti < Sapete ? Nel m5s io vi ero prima di voi sin dal 2009. Vi sembra giusto che Voi siete stati nominati Parlamentari del m5s, ed io neppure messo nella lista degli aspiranti candidati nelle votazioni online, nonostante che è notorio che io sono un fedelissimo m5s da sempre. E' assurdo questo. Sono stato punito per avere esercitato il diritto/dovere dell'art.21 Costituzione solo contro il sindaco di Roma Virginia Raggi.

Morelli, inoltre ha aperto la vertenza per la valorizzazione e protezione della importante Montagna di Monte Cocuzzo, in condominio tra i Comuni di Mendicino,Cerisano e Fiumefreddo Br.,< Monte Cocuzzo è una delle montagne più belle della Calabria e di Italia, è un importante patrimonio che deve essere difeso e valorizzato. E’ come una seconda Sila, rimasto ancora allo stato primitivo. Sulla cima della montagna a circa 2000 metri si vedono i due mari della Calabria,e perfino le isole Eolie. Un paesaggio naturale da forte emozione,con grandi sensazioni, con flora e fauna importante>. Morelli ha concluso,chiedendo ai Parlamentari del M5S di Calabria un loro impegno concreto e da subito a sostegno della montagna di Monte Cocuzzo>.

Ha proseguito < Nella montagna vi è una struttura, tipo Ostello,i cui lavori sono iniziati molti anni fa, e poi abbandonati,non portati a termine, che oggi si trova in pericolo di grave degrado, poiché l’opera è stata costruita con  i soldi delle famiglie, essa da subito deve essere completata>.

LE CASE CAMMINANO...

< A Mendicino non vi è solo 5stelle in movimento, vi sono pure le Case in movimento, che camminano -ha concluso Morelli- Ciò mi è stato segnalato da alcune famiglie, abitanti nella zona Rosario, vicino alla nuova rotatoria. Come salvare le famiglie ? >.

La protesta di Ugo Morelli per l’abbandono e degrado della montagna Monte Cocuzzo ha avuto il consenso unanime del pubblico presente e dei Parlamentari presenti.

Gli onori di casa sono stati svolti dal vice sindaco del Comune di Mendicino, Angelo Greco.

Nel dibattito sono pure intervenuti, Ing.Gustavo Coscarelli, candidato m5s a Sindaco di Cosenza, il quale anche lui ha subito un agguato politico dai padroni/capi del m5s, dopo che era stato ammesso nella lista degli aspiranti candidati m5s per le votazioni online, gli avevano perfino chiesto i certificati penali,invece stranamente,in modo illegale, il suo nominativo non era nella lista dei candidati del 17.1.2018.

Romolo Perrotta, attivista m5s di Torano CS , ha colpito anche la sua frase ad effetto, riferita al metodo antidemocratico ed incostituzionale della organizzazione e gestione del m5s  < Siamo nella bocca del lupo, ma come difendersi dal lupo ? >. Giovanni Redente,attivista m5s di Castrolibero; Antonio Cardamone di Cosenza; Enrico Coppola di Mendicino.

Ha concluso il riuscito convegno Ing. Carmelo Primicerio di Mendicino.

Tra il pubblico sono stati notati,tra gli altri, Ing.Franco Barca del Comune Mendicino; Alfredo Bufano del m5s di Cerisano; Ing.Fabio Gambino ; Giornalista rai di Cosenza, Sergio Tursi Prato.

A margine del convegno, l’Avv.Ugo Morelli del m5s, ha rilasciato la seguente dichiarazione :

Il Caso Morelli non è chiuso,anzi si riapre , ma cosa è…. ? Vedi anche sul web….ecc.

Lo riassumo, in sostanza, come

-PER VIOLAZIONE DIRITTO di essere inserito nella lista online per le primarie del m5s,derivante dallo statuto m5s.

- PER VIOLAZIONE DIRITTO di aspirare ed accedere alle Cariche pubbliche elettive,come dagli artt.51-49 Costituzione

-STATUTO M5S illegale, antidemocratico,incostituzionale,per violazione art.49 Cost. per mancanza di sistema democratico nel partito, e mai approvato da nessuno.

Altresì,sottopongo alla valutazione e riflessione degli attivisti ed iscritti al m5s, queste mie considerazioni, ha detto Ugo Morelli :

  1. Al sottoscritto Ugo Morelli è stato vietato/impedito di potere aspirare, e concorrere alle cariche pubbliche elettive,poiché non era stato inserito nella lista degli ASPIRANTI Candidati per le votazioni online,primarie del m5s, nei collegi PLURINOMINALI, nonché è stato perfino escluso dalla lista degli Aspiranti candidati nei collegi UNINOMINALI,nonostante avesse presentato al capo Politico Lugi Di Maio,formale istanza e CV (v.all.), senza mai ricevere nessuna comunicazione e neppure un formale rifiuto.
  2. Il diritto del sottoscritto deriva dall’art.7-6 statuto m5s (vedi in all.), e dagli artt. 49-51 Costituzione.
  3. Nello statuto è stabilito che qualsiasi iscritto ha diritto di presentare la propria autocandidatura per le votazioni online, e che tale inserimento nella lista degli ASPIRANTI non è sindacabile o modificabile.
  4. Difatti,il Morelli il 2.1.2018 sulla piattaforma m5s era SPECIFICATO COME candidabile alle elezioni naz.del 4.3.2018,per cui il 17.1.2018 era stato ammesso a votare, però il suo nome non era nell’elenco dei candidati per la votazione online.
  5. Tale omissione ha destato allarme e sdegno sociale nei cittadini, e nella stampa locale e nazione,TVnazionali…ecc.,in quanto il Morelli è molto conosciuto e bene stimato politicamente e professionalmente.
  6. Nel proc.art.700 cpc che si è svolto presso Trib.Roma, Giudice dott.Silvia Albano, il suddetto Giudice nella motivazione della Ordinanza ha accertato e dichiarato che sono stati violati i diritti di legge e politici del Morelli, ed inoltre che lo Statuto del m5s è antidemocratico,incostituzionale, e che esso contiene perfino clausole abusive,vessatorie e illegali, e però tale Giudice non può disporre inserimento di Morelli nella lista degli aspiranti candidati, perché è scaduto il termine di legge del 31.1.2018 per la modifica delle liste.
  7. Lo Statuto del m5s è illegale,in quanto non è stato approvato dalla assemblea degli iscritti, per legge (vedi Cod.Civ.).

in conclusione, per Ugo Morelli,dopo il successo conseguito nel convegno zonale m5s  di Tarquinia RM,con Roberta Lombardi (vedi in questo giornale) , un altro successo meritato nella sua terra di Calabria, anche a Mendicino CS è stato molto applaudito dai cittadini.

Alla fine del convegno m5s molti cittadini hanno avvicinato Morelli,dicendo < non mollare,fuori dal m5s le mele marce, lo ha detto pure Luigi Di Maio>.

Arrivederci al prossimo evento con Ugo Morelli.

 

 

 

Foto