Diminuisci Aumenta Email Stampa

COSENZA CALCIO IN B, DOPO 20 ANNI

COSENZA CALCIO IN B, DOPO 20 ANNI

35′ Bruccini (C), 48′ Tutino (C), 73′ rig. Marotta (R), 87′ Baclet (C)


ROBUR SIENA (4-3-3) 
22 Pane
23 Brumat (↓ 52')
26 Sbraga (↓ 52')
2 Panariello
13 Mahrous (↓ 90'+1)
18 Cleur
21 Damian (↓ 90') 
25 Vassallo
20 Neglia
10 Marotta
7 Emmausso (↓ 67') 
All. Michele Mignani
 
Sostituzioni
8 Guerri (52')
5 D'Ambrosio (52')
6 Guberti (67')
19 Solini (90')
3 Dossena (90'+1)
COSENZA (3-5-2)
22 Saracco
5 Idda
31 Dermaku
33 Camigliano
2 Corsi (↓ 90'+3) 
21 Bruccini
6 Palmiero
4 Mungo (↓ 71') 
30 D'Orazio
14 Okereke (↓ 71') 
25 Tutino (↓ 84') 
All. Piero Braglia
 
Sostituzioni
16 Baclet (71') 
23 Calamai (71') 
11 Perez (84')
15 Boniotti (90'+3)
 

Avrà anche la peggiore media punti, sarà stato anche penultimo a inizio campionato, ma il Cosenza di Piero Braglia completa una rimonta sensazionale, giocando il miglior calcio, e conquistando meritatamente la Serie B battendo la Robur Siena per 3-1. Apre le marcature nella prima frazione di gioco Mirko Bruccini; raddoppia in avvio di ripresa Gennaro Tutino. Poi, la Robur reagisce, conquista e trasforma un calcio di rigore con Alessandro Marotta, ma l'”uomo della provvidenza” Alain Baclet firma il tris rossoblù, chiude i conti e porta il Cosenza in Serie B dopo un’assenza lunga quindici anni.

L’epilogo dei playoff di Serie C, stasera sul campo neutro di Pescara una traRobur Siena e Cosenza festeggerà la promozione in Serie B e scriverà una pagina importante della propria storia. Se i toscani hanno vissuto l’intera annata al vertice delGirone A, superati solo dal Livorno, e sconfiggendo Reggiana e Catania nei turni precedenti, i silani provengono da un vero e proprio ottovolante passando dal penultimo al quinto posto in regular season e superando tutti i turni dei playoff. Inoltre, solo per mera statistica, i calabresi vantano un precedente importante a Pescara: correva il 26 giugno 1991 e il Cosenza batteva ai tempi supplementari,grazie a una rete di Gigi Marulla, la Salernitana garantendosi un’altra stagione in B.

Sul fronte senese, oltre al lungodegente Cruciani, sono squalificati i difensori Iapichino e Rondanini, i centrocampisti Gerli e Bulevardi e bomber Santini. In praticamister Mignani deve rinunciare a ben 5 titolari. Piero Braglia, invece, deve fare a meno solo dell’esperto Pascali. Il Siena, dunque, conferma il 4-3-3 di Catania, con Emmausso e Neglia a supporto di Marotta; in difesa spazio a Brumat e Mahrous; sulla linea mediana opereranno Cleur e Damian. Il Cosenza conferma il 3-5-2 con Okereke, in a fianco di Tutino in avanti, ma c’è pretattica da parte del tecnico toscano perché in distinta appariva il nome del francese Baclet.

Fase di “studio” iniziale: il Siena è più propositivo, mentre il Cosenza più guardingo;nervi tesi e prime scaramucce tra alcuni giocatori. La prima conclusione in porta giunge al 6′: i Bianconeri (stasera in completo nero) recuperano palla, Neglia avanza palla al piede e ci prova dalla lunghissima distanza, calciando però fuori; nessun problema per Saracco. Gara poco spettacolare, ma dai ritmi intensi, fino a questo momento: si lotta su ogni pallone ma in spazi stretti nessuna delle due compagini riesce a trovare i varchi giusti. Ne trovano uno i silani al 23′D’Orazio recupera palla sulla linea mediana del campo, si invola sulla sinistra e impegna Pane con unastaffilata di sinistro da posizione decentrata. Buon momento dei Lupi: passano solo pochi istanti e Palmiero calcia in porta dal limite dell’area; Pane blocca facilmente. Al35′ la gara si sblocca: Tutino conquista palla con caparbietà e audacia in contrasto con Sbraga, entra in area e serve l’accorrente Bruccini ben piazzato dall’altro lato; per Pane nulla da fare. Robur Siena-Cosenza 0-1 e cartellino giallo per Baclet che “invade” il terreno di gioco per celebrare il vantaggio. I toscani accusano il colpo e faticano a reagire; anzi, sono i Rossoblù, sulle ali dell’entusiasmo, a cercare il raddoppio. Okereke ubriaca la retroguardia senese in un paio di occasioni: in una di queste, serve Mungo e palla a lato di un soffio. Non accade altro degno di menzione e il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi con il Cosenza in vantaggio di una rete.

Pronti via e sùbito Cosenza in gol con un contropiede micidiale: punizione per il Siena che Neglia calcia sulla barrieraTutino si invola verso la porta avversariaindisturbato e dal limite batte Pane con un destro perentorio e preciso; Robur Siena-Cosenza 0-2. A questo punto, Mignani rivoluziona la difesa: fuori Brumat e Sbraga, dentro Guerri e D’Ambrosio, provando ad alzare complessivamente il baricentro; il Cosenza si difende con ordine pronto a ripartire in contropiede. Al 72′Camigliano sbaglia e mette in movimento Marotta, l’attaccante entra in area e viene atterrato: calcio di rigore e lo stesso Marotta non sbaglia dagli undici metri; Robur Siena-Cosenza 1-2. I toscani sono ancora vivi, ma rischiano tantissimo con un errore difensivo di D’Ambrosio che Bruccini e Calamai perdonano. Vari i ribaltamenti di fronte in questa fase: da un lato, Bruccini, dall’altro i traversoni per Marotta e il colpo di testa di Mahrous che termina alto; finale palpitante. All’87′ i Lupi chiudono i conti: palla al centro dell’area senese e Baclet ancora una volta si rivela decisivo; Robur Siena-Cosenza 1-3 e Rossoblù a un passo dalla Serie B. Il Siena ormai si è arreso e il Cosenza sfiora il poker con Perez che colpisce una traversa da pochi passi. Su una conclusione di Neglia parata senza problemi da Saracco si chiude l’incontro: il Cosenza batte il Siena 3-1 e conquista una storica promozione in Serie B.

ROBUR SIENA-COSENZA 1-3 (0-1)

Robur Siena (4-3-3): Pane 5; Brumat 4.5 (Guerri 5), Sbraga 4.5 (52′ D’Ambrosio5.5), Panariello 5.5, Mahrous 5.5 (90’+1 Dossena sv) Cleur 5, Damian 5 (90′ Solinisv), Vassallo 5; Neglia 5, Marotta 5.5, Emmausso 5 (67′ Guberti 5). A disp.: Rossi A., Crisanto, Nassi, Cristiani, Fontana, Biancalani. All.: Mignani 5.5.
Cosenza (3-5-2): Saracco 6.5; Idda 7, Dermaku 7, Camigliano 7; Corsi 7(90’+3 Boniotti sv), Bruccini 7, Palmiero 7, Mungo 7 (71′ Calamai 6.5), D’Orazio 7; Okereke 6.5 (71′ Baclet 6.5 Tutino 7.5 (84′ Perez sv). A disp.: Zommers, Quintiero, Ramos, Pasqualoni, Trovato, Loviso, T. Braglia. All.: P. Braglia 8.
Arbitro: Massimi di Termoli.
Marcatori: 35′ Bruccini (C), 48′ Tutino (C), 73′ rig. Marotta (R), 87′ Baclet (C).
Note – Ammoniti: Marotta, Mahrous (R); Baclet (C).

 

http://www.mondosportivo.it

Foto

Video