Diminuisci Aumenta Email Stampa

LORICA-SILA: FESTA MADONNA ASSUNTA,GIOIE E DOLORI

LORICA-SILA: FESTA MADONNA ASSUNTA,GIOIE E DOLORI

LORICA-SILA GRANDE in Provincia di Cosenza: Il 15 agosto 2018 si è svolta la tradizionale festa della Santa Patrona di Lorica (Perla della Calabria e Sila),con programma religioso e civile.

La festa della Madonna Assunta è l’occasione per dire LORICA dove sei ?  Gioie e Dolori….

La gente sta piangendo la mitica Lorica del passato, che non c’è più. Quella nuova è ancora un sogno e un mistero.

Alle 20.30 vi è stata la Santa messa,celebrata dal parroco Don Sergio,arrivato a Lorica da circa 3 anni fa, in una chiesa piena di fedeli, che bene sta operando in questa zona di montagna per tutto l’anno,in aiuto e sostegno dei cittadini,diventando un punto importante di ascolto per i cittadini.

Significativa è stata la presenza di un giovane arrivato da Bari,il quale aveva sulla spalla un tatuaggio con madonna Assunta.

Alle ore 21.30 circa , con temperatura esterna fresca a circa 15 gradi, serata serena, si è svolta la processione per le strade del centro, e sino ad arrivare al lago, con la Santa portata su un veicolo aperto, e non a spalle, e poi portata sulle spalle sino ad entrare sulla barca per fare un giro del lago nella zona a nord, scortata dalle canoe del circolo nautico CONI di Lorica.

Alle ore 23 circa vi sono stati i tradizionali fuochi artificiali, esplosi sulla sponda nord del lago, uno spettacolo bellissimo durato circa 10 minuti, che ha fatto stare i 5'000 presenti tutti a occhi al cielo, illuminato a giorno.

Alla manifestazione ha partecipato una grande folla,stimata in ben 5'000 persone circa,arrivate a Lorica da varie parti della Calabria e di Italia,per l’occasione sono ritornati diversi calabresi,che lavorano fuori Regione, in particolare da Roma, città più calabrese del mondo.

Alla processione ha partecipato l’Avv.Ugo Morelli, già Presidente Commissione LL.PP.e Viabilità della Provincia di Cosenza, e Delegato per Ambiente,Demanio e Protezione civile, molto stimato dai cittadini, fu eletto Consigliere nel collegio Cosenza,con circa 85% voti.

La festa della Santa Patrona in realtà,più che essere solo un evento religioso significativo,serve per attrarre una grande folla in favore dei vari commercianti e ristoranti, che in questo giorno ricevono fiumi di clienti ed ingenti incassi.

Istruzioni per uso: Attenzione alle sagre e feste padronali dei Santi, nulla è gratis, però un panino potrà costare poco,soltanto 5euro.

In un noto PAB sul lago,dopo il rito della Madonna sul lago,vi è stato un affollato concerto musicale,che ha attirato circa 2'000 persone, con degustazione di musica rock e di ottime pietanze a pagamento.

La circostanza strana che a Lorica,zona di alta montagna,solo in occasione del 15 agosto vi è questa grande folla,dopo ritorna il deserto sociale.

La gente sta piangendo la Lorica del passato, la Lorica che non c’è più, con la speranza che possa arrivare una ripartenza con nuove energie , capaci e credibili,bloccando alla sorgente la politica dei raccomandati e dei nominati : la sovranità appartiene al popolo, però non vogliono fare votare i cittadini con le preferenze, poiché i rappresentanti in Parlamento devono essere scelti dai partiti in modo antidemocratico e incostituzionale.

A margine, aggiungiamo, che è necessario restituire il diritto di Voto  ai cittadini nella elezione dei consiglieri alla Provincia.

I problemi di Lorica rimangono ancora molti e gravi da risolvere. Non basta la festa della Madonna Assunta e la entrata in funzione della nuova funivia per potere fare ripartire il turismo. Anche aggiungendo l’apertura del Centro Canotaggio Coni e la presenza storica della Pro-loco,il risultato non è cambiato.

Lorica cosa è, cosa era ? Cosa poteva essere ? Come dire, avere un'auto Ferrari nelle mani,però viene tenuta ferma in garage,oppure nessuno è in grado di saperla guidare.

Tra l’altro,vi è un campo di calcio in contr.Mellaro, che è in grave degrado e abbandono,però costruito con i soldi dei cittadini: andate a fare un sopralluogo, viene da piangere…situazione da infarto.

Connessione INTERNET è SCARSA, meglio sarebbe gratis sulle strade pubbliche.

 I collegamenti tra Cosenza e Lorica sono scarsi,solo due pullman in orari strani. La ferrovia è stata fermata in loc.S.Nicola, distante da Lorica circa 20 km. Diverse attività commerciali sono cessate,tra cui lo storico Hotel Mancuso ed il Grande Hotel,dove soggiornavano personaggi VIP, e perfino i Ministri calabresi  Riccardo Misasi e Dario Antoniozzi.

A Lorica,nel passato, vi era un esercizio bello e attivo Tullius  a contr.Mellaro, Discoteca,Bar e Ristorante, anche questo è stato assassinato dalla malapolitica sul turismo.

Si dice attenzione a Lorica vi è la sede dell’Ente Parco della Sila ? Cosa è ? Cosa ha fatto per risolvere i gravi problemi di Lorica ? Scusate….non ci siamo accorti della sua esistenza, però è bene che esiste,perché ha creato stipendi e cariche politiche.

In Italia circa 9milioni di persone vivono solo di politica, vedi in web.

Manca un centro commerciale, non vi sono attrazioni ricreative per i giovani. Prezzi alti nei negozi e nei ristoranti, perché non vi sono clienti sufficienti. A Cosenza e nella vicina Camigliatello Silano vi può trovare un menu pranzo a soli € 5 , invece a Lorica ci vogliono € 15.

Gli impianti della nuova Funivia sono una opera incompiuta e carente, andate a fare un sopralluogo per credere. Il centro rifugio sulla meravigliosa montagna di Botte Donato circa 2'200 slm è quasi chiuso,perfino sta cadendo a pezzi, solo in funzione un bar, invece in passato era meta e attrazione di folle di cittadini.

Mancano marciapiedi,mancanza e carenza di illuminazione pubblica in varie contrade. Ufficio postale è aperto solo mattina di martedi e giovedi. Perfino manca uno sportello bancomat ed una banca, manca un Palaghiaccio e una Pista per Bici,intorno a tutto il lago (già sognati dal noto Arch.Lorenzo Stella, fedelissimo di Lorica)….ecc.

La politica nella zona della Sila e a Lorica è da sempre a gestione PD,già PCI.

 Il M5S che poteva essere la novità e la nuova speranza nelle recenti elezioni comunali del grande e nuovo Comune di Casali del Manco,ne è uscito distrutto, passando da circa 50% delle Politiche del 4.3.2018 a circa 10% di giugno scorso.

Perché questo ? A ogni cosa vi è un perché….? Cosa dire ? Il pesce spesso puzza dalla testa. Il m5s è male gestito a livello nazionale da una srl e ditta ind.,in modo autoritario e padronale,senza un partito a trazione democratica, dove pure in esso vi è il criterio dei nominati e raccomandati, dove gli iscritti sono solo un semplice CLIK online…ecc., del tipo usa e getta, per cui gli insuccessi elettorali locali sono una facile previsione e conseguenza.

Cosa dire ? A Lorica , meglio quando si stava peggio, ovvero di peggio in peggio…

Il degrado della mitica e bella Lorica deriva da carenze politiche,imprenditoriali, sociali e culturali.

Dai cittadini e turisti arrivano grida di dolore e proteste: Basta con degrado !

Durante la festa, Lorica è stata blindata, meglio prevenire che reprimere.Vi è stato un ottimo servizio di prevenzione e vigilanza svolto dai Carabinieri di Lorica,guidati dal Comandante Brig.Caselli, coadiuvati dai Vigili comunali del nuovo Comune allargato,Casali del Manco, Vincenzo Greco e Mario Oliverio, oltre ai Vigili del Comune di S.Giovanni in Fiore, ed ai Carabinieri forestali di Lorica, e al personale antincendi di Calabria verde, in quanto il territorio di Lorica è suddiviso in ben 3 Comuni, Aprigliano,Casali del Manco (ex Pedace ed altri ) e S.Giovanni in Fiore.

Il Comune di S.Giovanni in Fiore è stato rappresentato dall’Assessore Turismo, Biagio Oliverio, munito della fascia tricolore per delega del Sindaco, ed il Comune di Casali del Manco dal vice Sindaco Federica Paura, anche lei munita della fascia tricolore per delega del Sindaco.

Un ruolo molto importante e determinante per la riuscita dell’evento è stato svolto dalla storica PRO-LOCO di Lorica,con il suo attivo Presidente Claudio Marano,figlio di arte del noto Ernesto (già presidente Ass.Industriali di Cosenza).

Ha coordinato gli aspetti operativi della processione e della festa, con successo, il Prof. Angelo Fazio di Cosenza, risultando ancora persona di grandi capacità ed indispensabile per il rilancio e successo della intera Lorica, presente sul territorio silano da oltre 40 anni, la cui moglie era segretaria part.del compianto Presidente PCI della Provincia Cosenza,Antonio Acri di S.Giovanni F.

In conclusione a Lorica ci vuole gente nuova e credibile. La bravura e attivismo del Prof. Angelo Fazio e di Claudio Marano (Presidente Pro.loco), non sono sufficienti, anche se indispensabili.

Qui a Lorica è tutto da completare e da ricostruire….intanto i cittadini sono indignati,ed hanno ragione.

A LORICA è necessario cambiare tutti e tutto, a casa gli incapaci, dentro i volenterosi e meritevoli: per una reale ripartenza, nulla deve rimanere come prima.

 

Foto