Diminuisci Aumenta Email Stampa

PARTITA COSENZA-VERONA: TIFOSI INDIGNATI

PARTITA COSENZA-VERONA: TIFOSI INDIGNATI

L’Avv.Ugo Morelli, con studio legale a Cosenza e Roma, da sempre tifoso del Calcio Cosenza, già vice Presidente della storica MORRONE Cosenza, ha gìà inviato lettera alla Lega e Cosenza Calcio il 4.9.2018, per richiesta risarcimento di tutti i danni,per conto di alcuni Tifosi del Cosenza, che sono stati costretti ad aspettare circa e ben 3 ore sotto un gran caldo (circa 33 gradi all’ombra,davanti ai cancelli dello stadio Cosenza,senza mai ricevere nessuna informazione,in modo da potersi determinare,e perfino senza assistenza,fisica e morale.

Tifosi, come bestie, Ammassati in circa oltre 10'000, come in un grande formicaio umano,solo la fortuna ha impedito la tragedia ( vedi su web).

<Quest’azione legale è una questione di principio, morale e di prevenzione , in quella folla in sofferenza e in pericolo , vi erano pure i vostri familiari e figli , tutto poteva accadere….Bisogna molto riflettere -ha osservato Avv.Ugo Morelli- Non è una azione contro il Cosenza calcio. Nessuno vuole mettere le mani nelle Casse del Cosenza. Il biglietto di ingresso allo stadio,costoso e già pagato, comprende la Polizza assicurativa per gli spettatori,per cui eventuale indennizzo verrà pagato dalla Compagnia di Assicurazione. Vi sono numerose sentenze sul risarcimento danni da spettacolo pubblico annullato>.

< Chiedo al Verona di compiere una utile azione morale e di buon esempio sportivo, di ritirare il reclamo e di rinunciare ad avere la partita vinta a tavolino,senza averla giocata. Il Giudice naturale nelle partite è solo il campo di calcio>, ha concluso Ugo Morelli.

PRIMA di COSENZA-VERONA

Da aggiungere che Avv.Ugo Morelli, già Consigliere della Provincia Cosenza,e pure Delegato alla Protezione Civile, eletto con il clamoroso voto di circa 85% nel collegio di Cosenza Città,nelle elezioni bis,ordinate con sentenza dal TAR di Catanzaro, giorni prima della Partita contro Verona, aveva preso le difese dei tifosi per gli Abbonamenti allo stadio non consegnati, ed ad alcuni non è stato neppure consegnato biglietto in sostituzione (vedi pure su www.corrieredicalabria.com).

COSENZA-VERONA 1.9.2018, ORE 18: calcio Cosenza in serie B,dopo 15 anni. Protesta tifosi della Provincia Cosenza della zona Tirreno: niente punti vendita-.

Ha osservato Ugo Morelli < Non concessi sconti ai Giovani minorenni sotto i 18 anni. Penalizzati i giovani tifosi di età tra 14  e 18 anni, non concessi biglietti a prezzo ridotto: è Ingiusto e Assurdo>.

Avv.Ugo Morelli, già Consigliere Provincia di Cosenza, ha detto pure < sono solidale con i giovani penalizzati perchè minori di anni 18, e con i tifosi indignati e discriminati, il mio cuore è rimasto in quel treno della speranza,del sogno impossibile,del lungo viaggio Cosenza-Pescara della finale play off,quanti bei ricordi. A stazione di Pescara, dopo la partita, abbiamo dormito per terra sino alle 3 notte, in attesa di arrivo del treno per Cosenza. Si invita ad aprire le porte dello stadio ad inizio del secondo tempo,come si faceva ai tempi del vecchio stadio Morrore...>.

Per molte richieste di tifosi,ecco alcuni stralci della lettera inviata dall’Avv.Ugo Morelli.

Al Cosenza Calcio s.r.l.

ALLA LEGA CALCIO SERIE B

OGGETTO:  PARTITA COSENZA-VERONA di sabato 1.9.2018 ore 18                                 RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI

PARTE LESA : Tifoso XX ( Nome da oscurare per legge privacy)           DIFFIDA AD ADEMPIERE E COSTITUZIONE IN MORA

In nome, per conto e nell’interesse del mio assistito in oggetto, come da mandato professionale ricevuto,in riferimento al partita, specificata in oggetto, chiedo il Risarcimento di tutti i danni, materiali,fisici e morali,subiti e subendi, sino al pieno e integrale soddisfo.

FATTI : il mio assistito è tifoso del Cosenza, da sempre e per sempre, sin da bambino. E’ stato quasi sempre presente nello stadio,nelle partite in casa, e spesso è stato pure presente fuori casa.Aveva acquistato il biglietto per partita de qua.

Come da comunicato stampa del Cosenza si era presentato, alle ore 15.30 circa di 1.9.2018, alla apertura dei cancelli per l’ingresso alla partita, munito di biglietto di ingresso.

COSI’ E’ STATO SCRITTO NEL SITO COSENZA CALCIO:

< La Società Cosenza Calcio, in occasione della gara tra Cosenza ed Hellas Verona di sabato1 settembre alle ore 18:00, in considerazione del notevole afflusso previsto e dei controlli di sicurezza che saranno effettuati, invita la tifoseria a giungere presso l’impianto con largo anticipo e munita di tagliando. L’apertura dei cancelli dell’impianto è prevista alle ore 15:15 

Come è notorio il Cosenza calcio, in concorso con Lega calcio ed altri eventuali , ha costretto gli spettatori , oltre 10'000 persone, ad aspettare, inutilmente, fuori dallo stadio, per molte ore e sino alle ore 18 circa.

Solo alle ore 18 circa è stato comunicato agli spettatori che Arbitro aveva annullato la partita.

Sennonchè, al mio assistito è stato impedito l’ingresso nello stadio, sin dalle ore 15.30 circa , senza avere ricevuto mai nessun preavviso, e tempestiva giustificazione.

Come è notorio, per non subire pressioni e contestazione dei tifosi, durante il sopralluogo sul prato del campo di calcio, eseguito nello stesso pomeriggio, però a circa 20 minuti da inizio partita, è stato vietato l’ingresso nello stadio degli spettatori, stranamente, sin dalle ore 15.15 , su richiesta alla sicurezza,ad istanza del Cosenza, Arbitro, Lega, Dirigenti del Verona ecc…Pertanto, il mio assistito è rimasto in fila, con circa 10'000 persone , per ben circa TRE ore, sotto un grande caldo e sole forte, a circa 32° all’ombra, e al sole circa 45°, senza acqua e assistenza.

E’ rimasto ammassato,come in un formicaio, pressato,spinto e schiacciato, dentro una grande folla e in piccolo spazio, da cui neppure poteva più uscire, tanta era la calca, e perfino senza acqua, non vi era neppure una fontanella, accusando malore, stress e nervosismo, senso di svenimento ecc.., oltre perdite di tempo e danni pure alla sua attività lavorativa e vita sociale.

Il servizio di sicurezza del Cosenza non ha neppure provveduto a distribuire bottiglie di acqua alla grande folla in fila, in sostanza nessuna assistenza, neppure morale e psicologica, è stata fornita alla folla presente. Vi erano perfino Disabili, Anziani,Donne e Bambini (vedi su web).

Da questa cattiva,devastante e spericolata gestione della partita/spettacolo sono derivati notevoli e vari danni alla Salute, Vita sociale , Attività lavorativa ecc….al mio assistito.

….omissis….  la Vita e salute sono un sacrosanto diritto tutelato dalla Costituzione.

In sostanza, poteva essere una strage di tifosi (vedi Caso Torino ecc.). ….omissis…..

I tifosi pagano il biglietto per ingresso allo Stadio, quindi sono i reali finanziatori del calcio e della Lega, facendo diventare così Ricchi, Società e Giocatori, e coloro ( molti) che lavorano nel calcio, ed invece poteva essere il biglietto per entrata dei tifosi al Cimitero o Ospedale.

…omissis…I tifosi sono Parte Lesa, quali veri proprietari del calcio, poiché esso è un servizio e fenomeno pubblico di massa, essendo i tifosi i veri utenti.

Avverto che,comunque,decorsa inutilmente la data perentoria del …., senza altri avvisi, il vs silenzio sarà inteso come rifiuto, e agirò direttamente per le vie giudiziarie.

Nel frattempo, ha la Facoltà di fare pervenire le eventuali controdeduzioni, via PEC, FAX o email.

Il presente Atto vale anche come Costituzione in Mora (art.1219 Cod.Civ.),ed Interruzione di qualsiasi eventuale Termine di Decadenza o Prescrizione (art.2943 Cod.Civ.).

Su vs. richiesta sarà prodotta ogni opportuna documentazione

                      Avv.Ugo Morelli, nella predetta qualità di Difensore

 

di Alessia Morelli,Prat.Giornalista

Foto