Stampa | Chiudi

Corriere di Calabria.com

Giustizia

LIBERTA' PER CITTADINI UCRAINI ARRESTATI IN GRECIA

L'AVV.UGO MORELLI CHIEDE IMMEDIATA SCARCERAZIONE IN BASE CONVENZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI,ED E' PRONTO AD ADIRE CORTE GIUSTIZIA EUROPEA.NELLA QUALITA'DI RESP. COORDINAMENTO CIRCOLI MEETUP M5S DI ROMA E PROVINCIA...

NELLA QUALITA'DI RESP. COORDINAMENTO CIRCOLI MEETUP M5S DI ROMA E PROVINCIA., L'AVV.UGO MORELLI,Noto difensore dei diritti umani e civili, chiede al Governo Italia e Ministro Esteri Di Maio,ed Ambasciatore Italia in Ucraina, di fare subito protesta presso Governo Grecia in favore dei cittadini ucraini.

Morelli: < Sono persone innocenti,hanno esercitato diritti umani di libertà e libertà di viaggiare>

Grecia: stampa Kiev, 17 ucraini arrestati all’aeroporto di Atene

Kiev, 05 lug 19:30 - (Agenzia Nova) - Sono 17 i cittadini ucraini, tra cui due minori, che sono stati arrestati all’aeroporto di Atene per il divieto di entrare in Unione europea per i cittadini di paesi terzi. Secondo quanto riportato dal portale di informazione “European Pravda”, gli ucraini sono arrivati nella capitale greca sabato sera a bordo di due voli partiti uno da Boryspil e l’altro da Kiev. Secondo la testata, il gruppo è stato poi trasferito in una stazione di polizia dentro lo scalo di Atene e trascorso la notte in cella. Gli ucraini avrebbero lamentato le cattive condizioni igieniche. Il ministero degli Esteri ucraino ha confermato che 17 cittadini ucraini non sono stati autorizzati ad entrare nell'aeroporto di Atene a causa delle restrizioni di quarantena sull'ingresso di cittadini di paesi terzi nell'Unione europea negando però gli arresti. "I nostri cittadini non sono stati arrestati. Non sono stati autorizzati ad entrare nel paese a causa delle attuali restrizioni. Il console ha acquistato acqua, prodotti per l'igiene e portato ai cittadini. Il permesso di visita è stato ricevuto dalle autorità greche", ha affermato il direttore del Dipartimento del servizio consolare del ministero degli Esteri ucraino, Serhiy Pohoreltsev all’agenzia di stampa “Unian”.
(Res)

 

comunicato stampa